HomeCronacaRitorno di "IT-alert" in Sicilia: i telefoni tornano a suonare per un...

Ritorno di “IT-alert” in Sicilia: i telefoni tornano a suonare per un avviso di Allarme Pubblico dal 22 al 26 Gennaio

I telefoni in Sicilia risuoneranno di nuovo, ma questa volta non per motivi di emergenza. Dal 22 al 26 gennaio, la regione sarà coinvolta nella fase di test del sistema di allarme pubblico IT-alert. Questo progetto, già sperimentato lo scorso luglio, mira a valutare l’efficacia del sistema di notifica in situazioni di rischio specifiche su porzioni circoscritte di territorio.

Dodici regioni, tra cui la Sicilia, saranno coinvolte nella sperimentazione, che prevede il suono simultaneo di tutti i telefoni collegati alle celle di telefonia mobile nelle “aree target”. La novità di questa fase di test è l’introduzione di messaggi specifici in base al rischio e all’area interessata. I cittadini coinvolti non devono preoccuparsi, poiché si tratta solo di un test e non richiede alcuna azione da parte loro, se non leggere il messaggio.

In Sicilia, l’evento catastrofico simulato sarà il collasso della grande diga di Ancipa, nella zona tra Troina e Cerami, in provincia di Enna. Il culmine di questa simulazione è previsto per venerdì 26 gennaio alle ore 12:00. Le città coinvolte nella zona di test includono Centuripe, Troina nell’Ennese; Cesarò, San Teodoro nel Messinese; e diversi comuni nel Catanese, tra cui Adrano, Belpasso, Biancavilla, Bronte, Catania, Motta, Paternò, Randazzo, Sant’Anastasia.

I cittadini coinvolti riceveranno un messaggio di test specifico: “TEST TEST Questo è un MESSAGGIO DI TEST IT-alert. Stiamo SIMULANDO il collasso di una diga nella zona in cui ti trovi. Per conoscere quale messaggio riceverai in caso di reale pericolo per il collasso di una diga vai su www.it-alert.gov.it TEST TEST”.

Durante i giorni di test, sul sito web IT-ALERT sarà disponibile una pagina dedicata, dalla quale sarà possibile visionare il testo del messaggio che verrebbe ricevuto in caso di pericolo reale, insieme alle informazioni specifiche sul caso. Un link al questionario sarà anch’esso presente, incoraggiando i cittadini a fornire feedback per migliorare ulteriormente il sistema.

Coloro che si trovano nelle aree coinvolte e non ricevono alcuna notifica di IT-alert sono invitati a compilare il questionario per segnalare tale situazione. L’obiettivo è affinare il sistema di allarme pubblico, garantendo una notifica efficace in situazioni di emergenza reali.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments