HomeSportWembley stiamo arrivando!

Wembley stiamo arrivando!

Avanti ancora. L’Italia batte il Belgio 2-1 e vola in semifinale. Ad attenderla, il 6 luglio a Wembley, ci sarà la Spagna che ha affrontato la Svizzera nel primo quarto di finale ed è riuscita a prevalere soltato ai calci di rigore, grazie soprattutto agli errori dal dischetto degli elvetici.

Alle 21:00 invece è andato in scena il secondo incontro della serata. Il Belgio di Martinez recupera De Bruyne, uscito dolorante contro il Portogallo, ma deve fare a meno di Eden Hazard, i problemi fisici mandano il capitano addirittura in tribuna. L’Italia invece può contare sulla formazione tipo. Unico cambio rispetto alle altre partite, è la presenza di Chiesa nel tridente di attacco, al posto di Berardi. Al 13′ sono gli Azzurri a passare in vantaggio grazie a Bonucci, che sugli sviluppi di un calcio piazzato riesce a colpire con il corpo il pallone ed insaccarlo alle spalle di Courtois. La gioia dura poco, perchè il VAR annulla la rete per fuorigioco di Chiellini e Di Lorenzo nell’azione. Lo spavento risveglia Belgio che nel giro di 4′ minuti ha due occasioni, prima con De Bruyne, poi con Lukaku. Salva in entrambi i casi un attento Donnarumma, con due splendide parate. L’Italia, però, non rimane a guardare e al 31′ trova nuovamente la via della rete, questa volta è tutto regolare. Verratti recupera palla e serve Barella in area, il centrocampista dell’Inter va via di forza in mezzo a due difensori e scaraventa la sfera in rete. L’Italia, rinvigorita dal gol, alza il pressing e al 44′ trova il raddoppio con Insigne. Dribbling al limite dell’area e specialità della casa, il tiro a giro. Nonostante i suoi 2 metri di altezza, Courtois non arriva sul pallone ed è 2-0. Il doppio vantaggio dura poco. Quasi sul finire del primo tempo, al 44′, Di Lorenzo spinge su Doku, per l’arbitro Vincic è rigore: dal dischetto va Lukaku, che non sbaglia. Rigore molto dubbio, ma si va negli spogliatoi sul 2-1.

Nella ripresa gli Azzurri partono subito forte con Chiesa, ma la sua conclusione si spegne a lato. Il Belgio risponde ed ha un’occasione clamorosa al 61′ con Lukaku, ma Spinazzola salva sulla linea la conclusione. Cinque minuti più tardi è lo stesso Spinazzola a rischiare il gol: cross di Insigne, l’esterno azzurro calcia al volo ma non trova la porta.

Al 79′ arriva una bruttissima notizia per gli Azzurri, Spinazzola dopo uno scatto per recuperare il pallone accusa un problema muscolare, si ferma e chiede il cambio. Pochi minuti dopo lascia il campo in lacrime e in barella.

La squadra di Martinez tenta il tutto per tutto ed inizia l’assedio, grazie ad un ispirato Doku che non sarà il più tecnico tra i suoi compagni, ma con la sua velocità e forza fisica riesce a mettere in difficoltà la difesa Italiana, Gli Azzurri rispondono bene ai tentativi degli avversari e dopo cinque minuti di recupero, la festa azzurra può cominciare. L’Italia fa il suo record di gol in un campionato europeo (11), è tra le prime quattro Nazionali d’Europa e vola in semifinale contro la Spagna.

SEGUICI SU:
Petrosino: aveva par
Alcamo: viola il div

camnewsinfo@gmail.com

Valuta quest'articolo:
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO